La nuova era del Social Media Command Center

Per anni i brand hanno inserito social media, PR e altre discipline del marketing in silos isolati. Al giorno d’oggi però il percorso dei consumatori e degli stakeholder è alimentano da così tante fonti, dispositivi e media che risulta difficile coinvolgerli sul serio in questo modo. Ma ci sono buone notizie. Il social è sempre più integrato sui siti web e collegato alle strategie di marketing generali delle aziende. Dalle campagne «social only» molti professionisti della comunicazione hanno spostato il focus verso campagne completamente integrate, che collegano in modo fluido il servizio clienti, le vendite o le PR.

In modo simile il social media command center sembra essersi evoluto, per riflettere questo approccio sinergico. Fino a tempi recenti si trattava spesso di una stanza in cui qualche dipendente poteva tenere traccia delle citazioni sulle piattaforme social, e prendere parte a conversazioni circa un determinato argomento o un brand. Sembrava impressionante (grandi muri digitali, schermi straordinari per la loro ampiezza, affascinanti visualizzazioni dei dati, eleganti facciate in vetro…) ma come puoi avere una panoramica generale del tuo brand se ti limiti a tenere traccia delle cifre base di condivisioni, likes o retweet? Come si possono estrarre informazioni decisive se si considera soltanto il social, senza permettere ad altri dipartimenti di aggiungere i propri dati?

Benvenuti nell’era del big data and insight command center. A seguito della pubblicazione di un recente case study di Forrester sul social intelligence and command centre di Kantar Media CIC + Nestle China, abbiamo parlato con Sam Flemming, Fondatore e CEO di Kantar Media CIC.

Leggi il Libro Bianco



Search article