Finale di Champions League - un interesse mediatico di oltre 9 milioni di euro

La stampa italiana celebra uno dei più importanti avvenimenti calcistici internazionali confermando la passione degli italiani, indipendentemente dal risultato. 

Milano, 9 giugno 2015 – La finale di Champions League e il suo impatto sui media: Kantar Media, azienda globale specializzata nel monitoraggio stampa, marketing e media intelligence, ha voluto analizzare l’impatto dell’evento calcistico sulla stampa italiana, per capire quanto la passione nazionale per il calcio influenzi i media. Un dato da non sottovalutare dagli sponsor e tutte le aziende coinvolte negli eventi calcistici che interessano squadre italiane e non.

L’agenzia ha quindi focalizzato il monitoraggio stampa sulla Finale di Champions League disputata a Berlino lo scorso 6 giugno tra Juventus e il Barcellona, raccogliendo gli articoli pubblicati dai principali quotidiani italiani su questo tema nelle giornate del 6 e 7 giugno 2015.

La finale Juventus-Barça, come ci si poteva aspettare, ha determinato un impatto sui media rilevante: solo sulla carta stampata il valore economico della notizia ha raggiunto in soli due giorni circa 9.3 milioni di euro, per 251 articoli e un impatto sull'audience pari a 264.821.239 lettori potenzialmente raggiunti.

L’analisi conferma come il calcio e in particolare una finale di rilevanza internazionale quale la Champions League riesca ad ottenere una copertura mediatica di livello nazionale e su tutte le tipologie di media, non solo i quotidiani sportivi, ma anche la stampa nazionale e locale. Sul totale dell’impatto pubblicitario, ben 7.104.505 euro corrispondono a quotidiani locali e nazionali, escludendo Gazzetta dello Sport, Corriere dello Sport e Tuttosport.

Questo numero sarebbe cresciuto a livello esponenziale in caso di vittoria: in Spagna, infatti, patria del Barça che ha conquistato la Champions League per la quinta volta, gli articoli pubblicati dai quotidiani spagnoli sono stati 916 nei due giorni oggetto di analisi.