Crossmedialità: la misurazione congiunta dell'ascolto TV e online

Con il mutare del consumo da parte del pubblico e la sempre maggiore integrazione delle campagne pubblicitarie in vari media, la necessità di una misurazione precisa e coerente tra i diversi mezzi di comunicazione sta assumendo un ruolo sempre più fondamentale.

Abbiamo sviluppato metodologie di misurazione unificate in canali mediatici diversi.  Tra esse:

  • TV su più piattaforme, anche con pausa in diretta, come viene trasmessa e su qualsiasi dispositivo
  • TV e radio insieme, mediante l'utilizzo di una singola fonte di rilevazione portatile
  • Ascolti TV e online con il nostro approccio di misurazione dell'ascolto crossmediale (CMAM) tra programmi televisivi e video

 

Il vantaggio di queste tecniche di misurazione crossmediale consiste nella possibilità di osservare il quadro complessivo del pubblico e delle sue abitudini di consumo mediatico. 

Misurazione crossmediale

La misurazione crossmediale è stata a lungo considerata l'obiettivo supremo della ricerca in ambito mediatico. Per rispondere a questa esigenza del settore, abbiamo stretto un'alleanza strategica con comScore

Al fine di fornire un quadro completo e privo di dati duplicati relativo al consumo televisivo e online, abbiamo combinato il modello di eccellenza della rilevazione TV con una misurazione multi-piattaforma online.   La misurazione crossmediale abbraccia i contenuti video e testuali, indipendentemente dalla modalità di accesso: browser, app, smartphone, tablet, computer, decoder o televisore.

Tale sistema ibrido è già in uso nei Paesi Bassi, dove sta offrendo un quadro completo degli ascolti.

Comprendere il pubblico, senza dati duplicati

Grazie a queste tecnologie a disposizione, le emittenti e i gestori di pay TV sono in grado di:

  • sapere qual è il numero totale di persone che fruiscono i contenuti sulle piattaforme TV e online;
  • dimostrare il valore del pubblico multi-piattaforma coinvolto e vedere con chiarezza dove trascorre il suo tempo;
  • vendere pacchetti di media mirati e personalizzati, all'interno di tutte le piattaforme e le fasce demografiche, in linea con la sempre maggiore proliferazione di campagne pubblicitarie integrate.

Le agenzie e gli inserzionisti hanno la possibilità di:

  • pianificare campagne TV tradizionali e digitali con un unico strumento, senza duplicare il pubblico di destinazione;
  • misurare l'esposizione del marchio e la frequenza di una campagna, senza duplicazione;
  • stabilire la proporzione migliore tra la TV e gli altri media per raggiungere il pubblico nella maniera più efficace.