Misurazioni audio e radiofoniche: nuove sfide da affrontare

Ci siamo rivelati all'altezza del compito di misurare gli ascolti radiofonici su vari dispositivi e piattaforme offrendo metodologie in grado di soddisfare le esigenze di ciascun mercato.

La rivoluzione digitale ha consolidato lo status di mezzo di comunicazione della radio, facendo nascere nuovi canali e raggiungendo un nuovo pubblico.  Questi nuovi paradigmi di distribuzione e consumo hanno innescato nuove sfide, dal momento che le persone ascoltano la radio via etere, online, tramite banda larga digitale (DAB) o analogica.

Approccio innovativo

Molti dei nostri servizi di misurazione radiofonica si avvalgono di meter portatili, collegati a un pannello, che sono in grado di rilevare i codici univoci integrati nelle trasmissioni.  In questo modo, siamo in grado di acquisire misurazioni quantificabili fuori casa e in auto, bar, supermercati e al lavoro.

In altri mercati, stiamo dispiegando un ulteriore ventaglio di tecniche, tra cui diari e "day after recall" (ovvero il test effettuato il giorno dopo il lancio di una campagna pubblicitaria per misurarne la memorabilità), al fine di delineare un quadro ben preciso delle tendenze di ascolto del pubblico,  indipendentemente dalla modalità e dal mezzo: via etere, cavo, satellite o Internet. 

Solida esperienza

Effettuiamo misurazioni radiofoniche da oltre 60 anni e attualmente siamo presenti in più di 20 mercati internazionali in Africa, Asia, Sud America, Europa e Nord America.  La tecnologia portatile di rilevazione è alla base di molti di questi servizi.

Il nostro servizio di misurazione fornisce risposte alle domande in merito a vari fattori: come si inserisce la radio nella vita quotidiana delle persone, qual è il grado di integrazione della radio nelle abitudini di consumo dei media da parte dei più giovani, e in che modo inserzionisti, emittenti e agenzie possono comprendere più efficacemente le modalità di ascolto del pubblico attraverso una varietà di dispositivi.

Inoltre, consentiamo:

  • alle emittenti di prendere decisioni informate circa i contenuti e la programmazione, massimizzando al contempo gli introiti derivanti dagli spazi pubblicitari;
  • a inserzionisti e agenzie di ottenere le informazioni di cui hanno bisogno per decidere l'allocazione del budget;
  • al settore di mantenere la credibilità alla base della vendita di pubblicità e di lavorare con uno standard di riferimento comune.