La licenza per Influenzare

 

Il nostro studio DIMENSION 2020 svela le attitudini dei consumatori nei confronti degli influencer e di come l’influencer marketing sia più adatto ad alcune categorie di prodotti rispetto ad altre.

Il volume degli influencer online continua a crescere. Con i canali video e siti web dedicati, alcuni sono riusciti a costruirsi un seguito sostanziale e sono percepiti dai brand come un canale affidabile per raggiungere ed influenzare il loro target di riferimento.

Brand e organizzazioni stanno ora tenendo sempre più in considerazione le loro partnership con influencer, aspettandosi lo stesso rigore e la stessa trasparenza di altre forme di media più consolidate.

 Ai consumatori piacciono gli  influencer?

 

Il 42% dei consumatori afferma di vedere troppi branded content sui social media.

Il 25% ritiene che i post promozionali dovrebbero essere etichettati in qualche modo. Questa esigenza scende dell’11% in Cina:

 ‘La trasparenza è uno dei principali fattori che determinano la fiducia del pubblico. I consumatori si fidano delle persone che conoscono, o credono di conoscere, il che spiega la fiducia nei confronti degli influencer. In Cina, gli influencer vengono sempre pagati – è un dato di fatto ormai noto per tutto il pubblico. La maggior parte degli influencer è trasparente con i propri seguaci riguardo il loro rapporto commerciale con i brand o i prodotti che presentano.’

Bob Wang, VP Strategy, Social & CRM, Ogilvy China

 

Tutti i brand hanno la licenza per influenzare?


Gli influencer sono più adatti ad alcune categorie di prodotti e aziende rispetto ad altre.

Nella categoria lusso e viaggi, ad esempio, i leader di mercato affermano che gli influencer e gli ambasciatori dei brand sono importanti per mostrare al loro pubblico i prodotto nel giusto contesto. I loro clienti si divertono a vederli sponsorizzati da coloro che meglio si adattano ai valori dei brand. 

I consumatori si aspettano trasparenza e apertura in ogni aspetto del comportamento del brand, compreso il modo in cui esso comunica ai clienti esistenti e potenziali.
 

Il nostro report completo include estratti delle nostre interviste con Lloyds Banking Group, Swarovski, NATO, Lidl & Iberostar.

Trovare il giusto ‘equilibrio’


Non c’è un’unica soluzione. I brand variano la loro comunicazione a seconda delle esigenze, spesso basate su una serie di best practice costruite nel corso di molti anni.

L'influencer giusto per i valori del marchio vale più dell'influencer che vanta il pubblico più numeroso.

I piani di comunicazione strategica hanno bisogno del giusto set di ingredienti. Kantar può aiutare i professionisti della comunicazione a individuare gli ingredienti più adatti a loro. Possiamo consigliare il modo migliore per miscelarli nelle giuste proporzioni per ottenere il risultato ottimale.
Contattateci per saperne di più.
 


Search article


CONTENUTI RELATIVI:

Attenzione alla mancanza di fiducia: Il contesto è la chiave
Read more
Social media intelligence
Read more
Le potenzialità della piattaforma Kantar Reputation
Read more