Kantar difende il diritto d'autore e la professione degli editori

Milano, 25 giugno 2019 – Giovedì 20 giugno 2019, la società Kantar ha partecipato agli Stati Generali dell’Informazione e dell’Editoria.

Durante l’intervento rivolto ai rappresentati del Governo italiano e agli operatori del settore Rassegna Stampa, Mauro Stoico, Country Manager della Divisione Media di Kantar, ha ribadito l’importanza del rispetto del diritto d’autore e della professione editoriale da parte delle società di Monitoraggio dei Media.

In tal senso, Kantar è stata una delle prime aziende in Italia a firmare la licenza Promopress nel 2013, su richiesta di Fieg, nonché a rispettare la normativa sul diritto d’autore in ogni paese europeo ed extraeuropeo in cui opera con l’attività di monitoraggio dei media.

Ciò appare di particolare importanza, in quanto ogni giorno molte aziende ricevono tramite servizi di rassegna stampa migliaia di articoli internazionali, con riferimento ai quali andrebbe verificato il corretto rispetto della normativa vigente nei paesi di provenienza.
Diversamente, significherebbe tollerare la sistematica violazione delle norme poste a tutela degli editori e delle opere dagli stessi divulgate, considerando accettabile tale comportamento.

Per questo motivo, Kantar sostiene da molti anni il riconoscimento di una giusta remunerazione per gli autori e per gli editori, nel quadro di un mercato equo, che preveda per tutti gli attori il pagamento di un compenso ragionevole per l’utilizzo dei contenuti stampa nazionali e internazionali, in misura tale da contemperare gli interessi di entrambe le parti operanti nel settore. Per questo motivo è necessario che anche in Italia gli editori stessi, con l’aiuto delle autorità pubbliche e di tutti gli attori del mercato, affrontino la questione quanto prima possibile.

Ricordiamo infine che lo scorso marzo il Parlamento Europeo ha approvato la nuova direttiva sul diritto d’autore, con la quale obbliga gli Stati membri a recepirne le disposizioni all’interno dei rispettivi ordinamenti giuridici nazionali. L’Italia, pur essendo uno dei principali attori in Europa, è attualmente ancora in ritardo con l’applicazione della normativa sul copyright nelle attività di monitoraggio dei media.

Riguardo Kantar

Kantar è leader mondiale nell’insight, nella consulenza e nel data management. Grazie alla varietà dell’expertise disponibile nel gruppo, Kantar può comprendere, meglio di chiunque altro, cosa gli individui pensino, provino, acquistino, condividano, votino, vedano. Unendo queste competenze con l’utilizzo delle tecnologie più avanzate, il network di Kantar, che vanta più di 30.000 professionisti, supporta le organizzazioni leader nel mondo nel loro processo di crescita.